TOP
 

Programma

LA VISIONE DI CITTÀ

Dieci anni di amministrazione di centrosinistra a Cernusco sul Naviglio ci lasciano in eredità una città bella, scelta da molte famiglie per la qualità dei servizi offerti, la sua riconosciuta vitalità, l’avanguardia delle infrastrutture realizzate e gli ampi parchi da vivere.

È questo il frutto di un lavoro serio e coerente, di impegni mantenuti tenendo sempre presente l’equilibrio delle finanze comunali e di un’azione che ha messo al centro le persone, le famiglie e la tutela del territorio.

Il programma che presentiamo parte da questo stile di governo e da questa esperienza, completandola e proiettandola nel futuro: prevede infatti il compimento delle opere pubbliche e dei progetti a medio termine già messi in cantiere nell’ultimo mandato amministrativo e nello stesso tempo traccia i percorsi per continuare a realizzare la città che ci piace.

La visione di città che ci guida è quella di una Cernusco bella, vivibile e viva, sostenibile; prossima alle persone e amata da chi la abita, la utilizza, se ne prende cura; all’avanguardia.

Bella per tutti perchè sa farsi prossima alle persone e ai loro bisogni attraverso l’azione coordinata del Comune, delle associazioni e dei privati; propone uno sport vero e inclusivo, la cui storia è meritevole di essere valorizzata, praticato in impianti adeguati e ben gestiti; garantisce la sicurezza per tutti i suoi cittadini anche grazie alle nuove tecnologie e a un presidio positivo del territorio fatto prima di tutto di relazioni tra le persone.

Bella verde, decisa a salvaguardare il proprio territorio e a condividere buone pratiche di attenzione ambientale tra i suoi cittadini: comportamenti virtuosi negli spostamenti, nella gestione dei rifiuti e nella tutela delle aree verdi sono il presupposto contagioso di stili di vita positivi.

Bella semplice nei modi e nei tempi con cui il Comune si rapporta con i cittadini e nelle azioni con cui rende all’avanguardia l’istruzione nelle proprie scuole. La semplicità è il metodo attraverso il quale l’innovazione – tecnologica e di processi – diventa utile e, operando nella quotidianità, cambia in meglio la vita delle persone.

Bella viva, culturalmente e dal punto di vista commerciale e produttivo, capace di essere riferimento per l’intero territorio della Martesana, con uno sguardo verso Milano. Attraverso proposte qualitativamente ambiziose e la rigenerazione di spazi urbanni, vengono valorizzati il territorio e le sue eccellenze, generando nuove opportunità di sviluppo.

Questo è quello che ci proponiamo di fare, frutto della concretezza di dieci anni di buona amministrazione e della riflessione partecipata che in questi mesi ha coinvolto centinaia di persone in eventi e incontri.

Una città ricca di spazi e tempi di socialità e relazioni, che non lascia indietro nessuno; con un’attenzione all’ambiente che è prima di tutto stile di vita che ci fa felici; con l’ambizione ad essere il riferimento per un territorio più ampio.

Bella Cernusco.

 

 

INDICE

#BellaPerTutti.

#BellaVerde.

#BellaSemplice.

#BellaViva.

 

 

 

 

#BellaPerTutti

Bella per tutti è la città che sa farsi prossima alle persone e ai loro bisogni attraverso l’azione coordinata del Comune, delle associazioni e dei privati; propone uno sport vero e inclusivo, la cui storia è meritevole di essere valorizzata, praticato in impianti adeguati e ben gestiti; garantisce la sicurezza per tutti i suoi cittadini anche grazie alle nuove tecnologie e a un presidio positivo del territorio fatto prima di tutto di relazioni tra le persone.

 

La Città che si fa prossima

  • Presa in carico sociale della persona a 360° gradi, attraverso la gestione unitaria delle informazioni rilevanti del cittadino;
  • Coinvolgimento della associazioni, degli enti no profit e profit per progettare e ampliare i servizi alla persona;
  • Costante attenzione alle esigenze delle persone disabili e delle loro famiglie;
  • Proseguimento e sviluppo dell’esperienza del Condominio Solidale;
  • Politiche per il sollievo delle famiglie nella progettazione dei servizi alla persona;
  • Rafforzamento dei servizi agli anziani e creazione della badante di quartiere: una figura professionale, già sperimentata a Milano e in altre città, che possa svolgere compiti quali fare la spesa, le pulizie o una semplice funzione di vicinanza, permettendo in questo modo alle persone di continuare la propria vita in autonomia, presso le proprie abitazioni;
  • Promozione e sviluppo dell’imprenditoria sociale;
  • Istituzione del Servizio Civile Universale per tutti i giovani;
  • In occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità presentazione alla cittadinanza delle organizzazioni e delle onlus che operano in questo ambito, ad esempio attraverso un Open day che coinvolga la città;
  • Attività di prevenzione del gioco d’azzardo patologico nelle fasce più deboli e promozione del gioco come elemento di socialità;
  • Politiche a favore delle pari opportunità: progettazione a livello distrettuale e proposte culturali contro gli stereotipi;
  • Sostegno all’attività genitoriale attraverso incontri e corsi tenuti da esperti;
  • Azioni, in coordinamento con le scuole, per contrastare il bullismo e il cyberbullismo;
  • Attivazione del servizio “Tempo per le Famiglie”, rivolto ai bambini da 0 ai 3 anni accompagnati da genitori o da altri adulti di riferimento, come centro di supporto e accoglienza per la famiglia e come luogo di incontro e scambio tra adulti e tra bambini ed adulti, coadiuvato da consulenti educativi;
  • Costante confronto con gli organi superiori (Città Metropolitana, Regione e Stato) rispetto al mantenimento dei fondi previsti per le politiche di integrazione;
  • Gestione trasparente a livello distrettuale delle politiche di accoglienza.

 

La Città Europea dello Sport 2020

  • Conferma dello sport cernuschese come “vero, leale, di tutti” e mantenimento delle iniziative sviluppate in questi anni: la Borsa dello Sport, la Borsa dello Sport Special, A scuola di sport, ecc.;
  • Conferma della vocazione polisportiva dello sport cernuschese;
  • Sostegno delle Associazioni e dello sport di base attraverso tariffe agevolate per l’utilizzo delle strutture sportive;
  • Convocazione degli Stati Generali dello sport Cernuschese e rilancio della Consulta attraverso un nuovo regolamento e l’assegnazione di budget per l’ideazione di eventi di promozione della pratica sportiva;
  • Candidatura di Cernusco sul Naviglio come Città Europea dello Sport 2020;
  • Identificazione e sviluppo del Centro Sportivo di via Buonarroti come “polo olimpico” e ridefinizione degli utilizzi per disciplina sportiva per una migliore fruizione degli spazi;
  • Ampliamento e riqualificazione delle strutture sportive del Centro Sportivo di via Buonarroti, in particolare: ristrutturazione della tribuna dello Stadio Scirea; realizzazione del corpo spogliatoi in prossimità del campo di rugby; sviluppo dell’area tennis; predisposizione di un nuovo campo in sintetico;
  • Riqualificazione del Centro Sportivo di via Boccaccio come centro vitale – insieme alla nuova scuola – del quartiere, con una vocazione per le due ruote (strada, bmx ed educazione alla mobilità) nella parte a Sud e per gli sport emergenti nell’area a Nord, valorizzando e ristrutturando gli impianti già esistenti e realizzando un campo polivalente nell’area verde oggi libera;
  • Valorizzazione di spazi pubblici in città dove fare sport: percorsi ed eventi di running, valorizzazione dei campetti di calcio e dei basket playgrounds; con la riqualificazione dei campi all’aperto (via Porta, piazza Giovanni XXIII, via Buonarroti, via Picasso, via Giordano, Ronco, Melghera);
  • Promozione dei corretti stili di vita per migliorare la vita in salute dei cittadini (es. MarteSani, promozione di una corretta alimentazione, ecc.);
  • Realizzazione di un’area attrezzata all’aperto, nel Parco dei Germani, dove poter fare esercizio fisico, in particolare esercizi a corpo libero;
  • Sistemazione e sviluppo di un’area attrezzata pensata soprattutto per la pratica sportiva della terza età (attrezzi e bocce).

 

La Città sicura

  • Completamento delle azioni di prevenzione e sicurezza da parte della Polizia Locale grazie alle nuove tecnologie (ambiti operativi: auto rubate, prevenzione furti, violazione codice della strada, assenza assicurazione, ecc.);
  • Rafforzamento del sistema anti intrusione del Bici Park, anche grazie all’innalzamento delle barriere esterne e/o della loro copertura e con l’installazione telecamere di video sorveglianza;
  • Predisposizione di azioni per aumentare la sicurezza dei Centri Sportivi nelle ore notturne;
  • Incremento del sistema di videosorveglianza delle strade con telecamere per i varchi e telecamere mobili;
  • Conferma del terzo turno della Polizia Locale;
  • Ammodernamento della sede della Polizia Locale attraverso interventi di ristrutturazione degli spazi;
  • Rifacimento dell’illuminazione pubblica con obiettivi di risparmio energetico ed economico. Maggiore sicurezza per la città è anche garantita attraverso i pali intelligenti, che sviluppano una rete di telecamere e supportano copertura Wi-Fi dell’intero territorio.

 

 

 

 

#BellaVerde

Bella verde è la città decisa a salvaguardare il proprio territorio e a condividere buone pratiche di attenzione ambientale tra i suoi cittadini: comportamenti virtuosi negli spostamenti, nella gestione dei rifiuti e nella tutela delle aree verdi sono il presupposto contagioso di stili di vita positivi.

 

La Città e il suo territorio

  • Tutela del territorio nel percorso del nuovo PGT attraverso la preservazione delle aree verdi e valorizzazione delle aree dismesse collocate in ambiti residenziali o fruibili senza rendere edificabili altre aree;
  • Predisposizione del Nuovo Regolamento Edilizio;
  • Ricognizione del patrimonio immobiliare del Comune;
  • Dimensionamento dei beni patrimoniali utili alle finalità dell’Ente;
  • Istituzione dell’ufficio casa per meglio gestire l’assegnazione e la gestione degli immobili comunali disponibili.

 

La Città ciclabile

  • Implementazione del Piano Generale del Traffico recentemente approvato;
  • Rafforzamento della ciclabilità urbana e di collegamento con i comuni limitrofi, con il potenziamento della mobilità dolce;
  • Valorizzazione delle ciclostazioni come strumento di ausilio alla mobilità dolce;
  • Rilancio del bike sharing, anche attraverso l’installazione di nuove stazioni (es: Centro Sportivo di via Buonarroti);
  • Realizzazione della pista ciclabile di via Mazzini;
  • Riqualificazione di via Adua con la realizzazione della pista ciclabile;
  • Realizzazione della rotatoria fra via Fiume e via Briantea;
  • Realizzazione delle rotatorie in via Torino, agli incroci con via Brescia e con via Verona; completamento della pista ciclabile di via Torino;
  • Sistemazione dell’incrocio fra via Ticino, via Taverna e Piazza Adige;
  • Sistemazione della rotatoria fra via Milano e via Leonardo da Vinci affinchè sia facilitato l’impegno e lo scorrimento;
  • Riqualificazione della via Briantea;
  • Interventi volti a ridurre il traffico nel comparto via Vespucci – via Masaccio;
  • Interventi per ridurre il traffico passante;
  • Ridefinizione delle modalità di sosta a livello di quartiere e relativa regolamentazione d’uso;
  • Digitalizzazione dei parcheggi (stile Pyng);
  • Razionalizzazione del trasporto pubblico locale rispetto alle nuove esigenze della città attraverso il nuovo bando pluriennale di gestione, da realizzare nell’ambito dell’Agenzia del Trasporto Locale;
  • Introduzione del biglietto elettronico del trasporto locale;
  • Ristrutturazione della stazione della metropolitana di Villa Fiorita, sia per l’abbattimento delle barriere architettoniche, sia per il restyling della struttura;
  • Costante impegno per l’ottenimento del biglietto unico metropolitano attraverso il costante dialogo con Città Metropolitana e ATM.

 

La Città verde

  • Conferma delle azioni che hanno portato la raccolta differenziata a indici superiori all’80% e introduzione della tariffa puntuale per la raccolta e lo smaltimento del residuo secco;
  • Miglioramento della dotazione di sacchi rossi per la gestione lo smaltimento del residuo secco;
  • Completamento delle misure del Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile, che prevede la riduzione del 20% delle emissioni di anidride carbonica entro il 2020;
  • Cura e attenzione per ambiente e uso delle risorse (es. green procurement, etc.);
  • Riqualificazioni dei parchi di quartiere;
  • Ampliamento del Parco dei Germani fino all’abitato di Ronco (PLIS della Martesana);
  • Creazione di nuove aree boschive e realizzazione di nuove piantumazioni nelle aree verdi;
  • Riqualificazione dell’ampia area verde ad ovest di Cernusco nell’ambito della ex cava G&B, sulla strada per Cologno Monzese;
  • Tutela del Parco Agricolo della Martesana;
  • Tutela delle aree agricole e politiche per incrementare la collaborazione con gli agricoltori e la concessione dei terreni agricoli.

 

 

 

 

#BellaSemplice

Bella semplice è la città che è un passo avanti nei modi e nei tempi con cui il Comune si rapporta con i cittadini e nelle azioni con cui rende all’avanguardia l’istruzione nelle proprie scuole. La semplicità è il metodo attraverso il quale l’innovazione – tecnologica e di processi – diventa utile e, operando nella quotidianità, cambia in meglio la vita delle persone.

 

Un Comune con il cittadino al centro

  • Ridefinizione dei servizi comunali con un orientamento al cittadino;
  • Creazione dello sportello unico del cittadino, fisico e online, per la gestione a 360° dell’accesso dei cittadini ai servizi comunali
  • Apertura dello sportello unico il sabato mattina;
  • Garanzia di una maggiore accessibilità ai servizi online;
  • Sviluppo di WhatsappComune e App prenotazioni appuntamenti;
  • Comunicazione multicanale delle attività del Comune (App, sms, social, informatore, sito Web, cartellonistica digitale, manifesti);
  • Estensione degli orari della biblioteca, ridefinizione degli spazi interni per aumentare i posti studio e riqualificazione dei bagni;
  • Ripensamento dei servizi bibliotecari in ottica diffusa (Es: libri scaricabili in giro per la città);
  • Nelle politiche di bilancio, proseguimento e miglioraramento ulteriore dei risultati raggiunti e trasparenza nella loro comunicazione;
  • Ripristino della figura del fundraiser all’interno del Comune per la ricerca di fondi su bandi pubblici e privati;
  • Implementazione di forme di “Bilancio Vissuto” (cartelli/QRCode in giro per la città che spiegano il costo di un bene pubblico e del suo mantenimento – ad esempio una panchina, una pista ciclabile, etc. – per diffondere una attenzione alla cura della città);
  • Reintroduzione del Bilancio partecipativo;
  • Introduzione del regolamento di cittadinanza attiva;
  • Valorizzazione del personale comunale, investendo sulla formazione e premiando le competenze;
  • Potenziamento dello strumento delle consulte perché insieme a loro Cernusco possa diventare modello di interventi sociali innovativi ed integrati;
  • Istituzione dello sportello delle associazioni.

 

La città e le sue scuole inclusive e di qualità

  • Costruzione della Scuola media nel nuovo Polo Scolastico a Est della città e raddoppio della palestra;
  • Riqualificazione della scuola di via Manzoni, con anche la creazione di laboratori e nuovi spazi didattici ed educativi;
  • Realizzazione di una nuova Biblioteca per Bambini nella struttura della Scuola di via Manzoni. Questo spazio permetterà di implementare i servizi e gli strumenti per la fascia 0-13 anni e contestualmente ampliare l’area studio nella biblioteca Lino Penati di via Fatebenefratelli;
  • Riqualificazione degli spazi esterni ad uso sportivo della scuola Media di Piazza Unità d’Italia;
  • Riqualificazione energetica del plesso scolastico di via Don Milani;
  • Ampliamento della disponibilità di posti asili nido anche attraverso accordi con privati;
  • Utilizzo degli spazi scolastici in orari extra-didattici (scuole aperte) privilegiando le associazioni del territorio;
  • Ridefinizione dei costi pre e post scuola;
  • Attività di sensibilizzazione e sostegno all’utenza scolastica nell’ambito dei disturbi specifici di apprendimento;
  • Promozione dei progetti di collaborazione scuola – comune (es. Consiglio Comunale delle Ragazze e dei Ragazzi)

 

 

 

 

#BellaViva

Bella viva, culturalmente e dal punto di vista commerciale e produttivo, è la città capace di essere riferimento per l’intero territorio della Martesana, con uno sguardo verso Milano. Attraverso proposte qualitativamente ambiziose e la rigenerazione di spazi urbani, vengono valorizzati il territorio e le sue eccellenze, generando nuove opportunità di sviluppo.

 

La città e i suoi spazi rigenerati

  • Riqualificazione dei luoghi della cultura, quali Villa Alari, la Casa delle Arti e l’Auditorium Maggioni;
  • Valorizzazione di Villa Alari come polo culturale primatio della città e attivazione di eventi anche all’aperto nel parco storico attraverso collaborazioni con associazione e privati;
  • Creazione del Parco giochi inclusivo più bello d’Italia nel Parco dei Germani;
  • Completamento della riqualificazione dei parchi gioco esistenti;
  • Sviluppo dell’Osservatorio Astronomico e del Planetario;
  • Destinazione dell’area ex-Garzanti come cerniera tra tessuto urbano e area industriale, in risposta a bisogni e sviluppo della città e all’interno del percorso del nuovo PGT;
  • Recupero e la riqualificazione delle aree dismesse nell’ambito del PGT;
  • Attenzione al decoro urbano (es. pronto intervento buche, luci, aiuole; attenzione alle periferie; fun theory);
  • Valorizzazione delle risorse culturali e paesaggistiche locali;
  • Individuazione di un’area attrezzata per le ricezione di camper e per il campeggio, affiancata da uno spazio verde a libero accesso;

 

La città nella Martesana Metropolitana

  • Realizzazione del miglior campus dedicato all’open innovation in Italia: uno spazio fisico aperto a studenti, startup e ricercatori, in cui sviluppare nuove idee insieme alle imprese del territorio, imparare come accedere a finanziamenti, ricevere formazione gratuita sulle nuove opportunità del digitale, dall’internet delle cose, all’intelligenza artificiale, alla stampa 3D, un hub di innovazione aperto dalle 8 alle 20, collegato in fibra, accessibile 7 giorni su 7, che ospiti eventi legati all’innovazione e diventi da un lato un modo nuovo per attrarre talenti in città, ma soprattutto un luogo di formazione e di creazione di nuove opportunità di lavoro per il nostro territorio;
  • Creazione di nuove opportunità lavorative, soprattutto rivolte ai giovani e legate all’indotto della cultura, dello sport e dell’agricoltura di eccellenza;
  • Nelle politiche del lavoro, assunzione di un ruolo attivo del Comune insieme ad altre realtà presenti sul territorio metropolitano;
  • Sviluppo di politiche giovanili che rispondano alle esigenze di aggregazione e partecipazione alla vita della città;
  • Assegnazione di crediti formativi ai giovani studenti attraverso stage presso gli uffici comunali, in accordo con le scuole;
  • Monitoraggio e dialogo permanenti con le attività commerciali e produttive;
  • Proposizione dell’offerta culturale e del commercio locale con uno sguardo d’insieme e sovracomunale;
  • Programmazione culturale d’eccellenza per posizionare Cernusco come Città dei Festival;
  • Realizzazione di feste e iniziative di quartiere che garantiscano vitalità in ogni ambito della città;
  • Coordinamento e messa a sistema della ricettività turistica privata (albergo diffuso, campeggio, Info Point…);
  • Attenzione alle forme di turismo slow (es. Cicloturismo);
  • Prosecuzione della formazione dei commercianti in un’ottica di distretto e dello sviluppo di iniziative in rete in partnership pubblico-privato;
  • Sviluppo di un sistema di wifi diffuso anche come presupposto per lo sviluppo di servizi comunali digitali;
  • Sostegno agli agricoltori locali incentivando occasioni di vendita per i loro prodotti;
  • Introduzione delle clausole sociali negli appalti pubblici.